Dichiarazione in merito alle forme moderne di schiavitù e alla tratta di persone

Dichiarazione in merito alle forme moderne di schiavitù e alla tratta di persone

 
Questa dichiarazione è formulata ai sensi della sezione 54 del Modern Slavery Act 2015 (legge sulle forme moderne di schiavitù). 
 
"Schiavitù moderna" è un termine che racchiude i fenomeni di schiavitù, servitù, lavoro forzato e obbligatorio e traffico di persone. Comprende l'esercizio della proprietà nei confronti delle persone, la costrizione e la minaccia nei confronti di qualcuno a svolgere un lavoro che non viene svolto volontariamente, e l'organizzazione e la realizzazione di viaggi di persone allo scopo di sfruttarle (anche nel caso in cui le persone acconsentano al viaggio). 
 
Urschel International Limited si impegna fortemente contro la schiavitù e il traffico di persone e a favore del lavoro etico.
 
Ci opponiamo a qualunque forma di schiavitù e traffico di persone e abbiamo formulato questa dichiarazione per stabilire le prassi che seguiremo per garantire che non si presentino fenomeni di schiavitù o di traffico di persone nella nostra azienda e nella nostra catena di distribuzione. 
 
Informazioni
 
Siamo un'azienda che produce e vende attrezzature per il taglio di alimenti a fini commerciali nel settore della lavorazione degli alimenti e affini. 
 
La nostra società madre è Urschel Laboratories Inc. con sede negli Stati Uniti.
 
Il nostro fatturato annuo, compreso quello delle società affiliate, è appena superiore a 36 milioni di sterline. 
 
Urschel International Limited ha sette società affiliate, e anch'esse vendono attrezzature per il taglio di alimenti. Queste società affiliate si trovano in Polonia, Francia, Argentina, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera e Germania, e sono:
 
Urschel International Polska Sp. z.o.o. 
 
SCI Urschel Laboratoires 
 
Urschel LatinoAmerica, S.R.L 
 
Urschel Espana S.L, 
 
Urschel B.V. 
 
Urschel AG
​ 
Urschel Deutschland GmbH 
 
Questa dichiarazione è formulata per conto di Urschel International Limited e delle sue affiliate.
 
Le nostre catene di distribuzione sono realizzate principalmente come segue:
 
La nostra catena di distribuzione è costituita dall'80% al 90% dalla società madre negli Stati Uniti, che fornisce (a noi e alle nostre società affiliate) componenti e apparecchiature per il taglio.
 
Il resto della catena di distribuzione è composto come segue:
 
Fornitori per componenti, attrezzi e motori; e
 
Lavori di fabbricazione di laminati metallici.
Il nostro impegno a favore del lavoro etico
 
Questa dichiarazione riflette il nostro impegno ad agire in modo etico con integrità in tutti i nostri rapporti commerciali e a implementare e adottare sistemi e controlli efficaci per garantire che in nessuna parte delle nostre attività e della nostra catena di distribuzione si realizzino condizioni di schiavitù e tratta di persone. 
 
Fornitori
 
Per favorire l'identificazione e il monitoraggio del rischio di schiavitù e tratta di persone nella nostra catena di distribuzione possiamo attuare quanto segue:
 
Valutazione dei fornitori per garantire che si impegnino ad adottare pratiche di lavoro etiche prima di disporre ordini a nuovi fornitori. 
 
Inclusione di disposizioni contro la schiavitù e la tratta delle persone nei contratti con i nostri fornitori. 
 
Qualora venga giudicato appropriato, visitiamo fornitori nuovi ed esistenti presso la loro sede per assicurarci che aderiscano ai nostri standard di catene di distribuzione eticamente trasparenti. 
 
A tutti i fornitori più importanti potrebbe essere richiesto di indicare i passi intrapresi per eliminare forme moderne di schiavitù. 
 
Richiesta di conferma scritta da parte dei nostri fornitori che confermi che nessun lavoratore temporaneo venga sfruttato nelle forme di schiavitù e di tratta delle persone. 
 
La nostra società madre ci ha anche indicato il proprio impegno per l'adozione di pratiche di lavoro etiche. 
 
Lavoratori temporanei
 
Impieghiamo lavoratori temporanei segnalati tramite agenzie rispettabili che aderiscono alle nostre politiche contro la schiavitù e la tratta delle persone.
 
Tutto il personale temporaneo dovrà firmare un documento il primo giorno di lavoro con noi.  Questo accordo conferma che il lavoratore temporaneo non è stato trattato in moto disumano dall'agenzia e fornisce informazioni su come segnalare eventuali preoccupazioni. 
  
Per garantire che non vi siano situazioni di lavoro forzato o di lavoro minorile, il Direttore responsabile verificherà nel corso dell'inserimento in organico che il lavoratore abbia più di 16 anni, non abbia pagato commissioni per il reclutamento, non abbia subito la confisca del passaporto e che abbia la libertà di lasciare l'agenzia se lo desidera. 
 
Clienti 
 
Lavoreremo a stretto contatto con i nostri maggiori clienti per garantire che vengano soddisfatte le pratiche e procedure per l'impiego specificate nel corso degli audit, compresi i sistemi per ridurre il rischio di schiavitù e tratta delle persone. 
 
Dipendenti
 
Tutti i nuovi dipendenti vengono assunti direttamente e vengono eseguiti controlli riguardo al loro diritto di lavorare in Gran Bretagna. 
Non vi è alcuna forma di lavoro forzato, coatto o involontario.
Tutto il lavoro straordinario è volontario. 
 
Formazione
 
Per garantire un livello elevato di comprensione dei rischi della schiavitù moderna e della tratta delle persone nella nostra catena di distribuzione e nelle nostre attività, forniremo una formazione adeguata ai nostri dipendenti. 
 
Potremmo anche richiedere ai nostri partner commerciali di formare il proprio staff, i propri fornitori e i propri partner.
 
Sanzioni per violazioni
 
Se si riscontra che un fornitore è coinvolto in qualunque forma di schiavitù moderna, il suo contratto può essere terminato con effetto immediato o alla data di rinnovo, a seconda della gravità della violazione.
 
Se viene stabilito che un dipendente ha agito in violazione di una qualunque delle nostre regole, o ne è a conoscenza, ha tollerato o non ha riportato sospetti di schiavitù moderna nell'ambito della nostra azienda o delle catene di distribuzione, sarà soggetto a procedura disciplinare da parte della Società.
 
Se si riscontra che l'agenzia è coinvolta in qualunque forma di schiavitù moderna, gli accordi verranno terminati.
 
 
Questa dichiarazione riguardo alla schiavitù e alla tratta delle persone è formulata ai sensi della sezione 54(1) del Modern Slavery Act 2015 (legge sulla schiavitù moderna), per l'anno finanziario che si conclude il 31 dicembre 2018. 
 
Approvato dal Consiglio il 18 aprile 2019.
 
Richard Cranefield
Direttore
URSCHEL INTERNATIONAL LIMITED